Arcidiocesi > notizie > Via Lucis, un percorso per meditare

Via Lucis, un percorso per meditare

 
L’Ufficio per l’Evangelizzazione, la Catechesi e il servizio al Catecumenato propone un percorso per meditare, attraverso le stazioni della Via Lucis, le ragioni della nostra speranza e il significato della nostra liberazione.
 
Che significa che Gesù ci ha salvati? Da cosa ci ha liberati? A queste domande rispondono gli eventi della vita di Cristo e della Chiesa nascente dalla risurrezione di Gesù alla Pentecoste (via Lucis). Lo scopriremo attraverso delle immagini di arte moderna e contemporanea che attraverso la loro simbologia ci aiuteranno ad approfondire il mistero pasquale.
Ogni stazione della Via Lucis (gli eventi dalla resurrezione a Pentecoste) sarà commentata a partire da una immagine di arte moderna o contemporanea il cui forte simbolismo aiuterà la meditazione del mistero pasquale.
 
Non è un corso di arte ma un approfondimento della fede attraverso un linguaggio simbolico vicino al mondo della cultura contemporanea che sanno parlare ai giovani.
 
È rivolto a tutte le realtà parrocchiali e foraniali, sacerdoti, seminaristi e diaconi, catechisti ed educatori, scuole, alunni e docenti.
 
Papa Francesco ci ha ricordato nella EG 167« Bisogna avere il coraggio di trovare i nuovi segni, i nuovi simboli, una nuova carne per la trasmissione della Parola, le diverse forme di bellezza che si manifestano in vari ambiti culturali, e comprese quelle modalità non convenzionali di bellezza, che possono essere poco significative per gli evangelizzatori, ma che sono diventate particolarmente attraenti per gli altri».
 
Per informazioni rivolgersi direttamente a Don Salvatore Castello: salcast57@gmail.com.

 

 

Pubblicato in: - Data pubblicazione: